Font Size

Menu Style

Cpanel

Reggia di Venaria

Reggia di Venaria

 

 

 

 

 

 

 

Logo UNESCO

Il castello fu voluto dal duca Carlo Emanuele II di Savoia in attuazione di un’idea del padre, Vittorio Amedeo I, che nel 1632 aveva individuato nel borgo di Altessano il luogo ideale per l’esercizio della caccia. Il sito era in effetti estremamente favorevole sia per la vastità degli appezzamenti territoriali che per la vicinanza a Torino.

A partire dal 1658, Amedeo di Castellamonte costruì la cosiddetta Reggia di Diana, ridisegnando contemporaneamente gli edifici prospettanti sull’asse rettilineo che dal borgo, già denominato Venaria Reale, conduceva al castello attraverso la Torre dell’Orologio e la corte d’onore. L’impianto esprimeva compiutamente la concezione dello Stato assoluto, tanto da divenire ben presto un modello per altre corti europee.

A seguito della distruzione di alcuni edifici, avvenuta nel 1693 ad opera di truppe francesi, Michelangelo Garove ideò un nuovo progetto che prevedeva un ampliamento, solo parzialmente realizzato. Il cantiere riprese nel 1716 sotto la direzione di Filippo Juvarra: l’architetto messinese portò a termine la Galleria Grande, già impostata dal Garove, eresse la cappella dedicata a sant’Uberto e ampliò ulteriormente il complesso con la costruzione della Citroniera e della Scuderia Grande. Intanto proseguiva la sistemazione dei giardini alla francese nell’area retrostante il palazzo.

Dopo il 1739, sotto Carlo Emanuele III, Benedetto Alfieri realizzò un sistema di edifici di collegamento tra la reggia, la cappella e le scuderie.

Con l’occupazione napoleonica la reggia fu adibita a caserma: ebbe allora inizio una triste fase di decadenza del complesso. Dopo due secoli di abbandono, grazie ad un imponente cantiere di restauro promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Regione Piemonte, la reggia è stata aperta al pubblico nel 2007; il complesso include spazi per mostre ed eventi culturali, nonché il Centro per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali.


Direttore: dott. Alberto Vanelli


 

INFO

Per informazioni su orari, tariffe, visite e servizi si rimanda al sito ufficiale www.lavenaria.it

REGGIA DI VENARIA
Piazza della Repubblica, 4
10078 Venaria (TO)
Tel:  +39 011 499 23 33
E-mail:   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Submit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

SEGRETARIATO REGIONALE PER IL PIEMONTE
PALAZZO CHIABLESE - Piazza San Giovanni 2 - 10122 - Torino
Orario apertura al pubblico: 9,00 - 12,00 e 14,00 - 17,00 (chiusura uffici 18,30)
Ufficio Stampa: +39 011 5220409 - E-Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - P.E.C. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. (ricezione solo da P.E.C.)

privacy

Sei qui: Home I luoghi della cultura Residenze e Castelli Reggia di Venaria